giovedì 17 marzo 2011

Auguri Italia.

Ieri sera sono andata a vedere Saviano.Ieri sera,vigilia del 17 Marzo,notte bianca per i musei di una Firenze vestita a tricolore,io mi sono messa in fila,e non una fila da niente,una fila che si allungava per oltre due strade,per entrare nella Feltrinelli ad ascoltare le parole di Roberto Saviano.Può sembrare uno strano modo di trascorrere i festeggiamenti italiani,quello di mettersi in coda davanti ad una libreria per vedere uno scrittore.Si,insomma,che diamine,Firenze ha delle piazze bellissime,i musei erano gratuiti,anche se fosse stato il mio scrittore preferito forse avrei dovuto consacrare la serata all'Italia e andare in giro,non chiudermi in una libreria per la presentazione di un libro...si,sono stata molto indecisa sul da farsi,ma alla fine quel richiamo è stato più forte.E ora so perchè.
L'Italia si festeggiava anche lì.
Una parte bellissima d'Italia.
L'Italia guerriera,che non si arrende alle mafie,l'Italia Maestra delle parole,parole che sono fiamme,parole che fanno luce,parole che raccontano storie,Storie dell'Italia e del Mondo,storie di persone che hanno fatto la Storia d'Italia,come Falcone.
L'Italia che crede,che è libera,che sogna.
L'Italia che sostiene e difende chi cerca di sostenerla e difenderla.
Credevo che non ci sarebbero state molte persone per Saviano,Firenze ieri sera era un'occasione particolarmente ghiotta.E invece sono stata piacevolmente stupita nello scoprire che la fila per Saviano era nello stesso orario forse addirittura più lunga di quella per Palazzo Pitti.
Ieri ho festeggiato l'Italia con un uomo perseguitato,che ha rinunciato ai piaceri della vita per un sogno,un ideale,per la verità.
Ieri ho festeggiato l'Italia che dopo 150 anni ha ancora voglia di sognare...e di Rinascere.
Auguri Italia.

8 commenti:

  1. Magari l'Italia fosse fatta tutta di persone come Saviano.

    Potrei farle gli auguri con meno amarezza: buoni centocinquantanni, Italia.

    RispondiElimina
  2. Ciao! Intanto complimenti per le belle immagini che hai raccolto per il tuo blog! Non sapevo ieri ci fosse Saviano alla Feltrinelli! Altrimenti anche io sarei stata in fila :-) E' stato piacevole il suo intervento?

    RispondiElimina
  3. l'intervento è stato davvero bello! un'ora volata...non ci siamo davvero accorti del tempo che passava! ne è valso davvero la pena...
    anche perchè non capita tutti i giorni di poter ascoltare direttamente una persona come Saviano, un uomo che non si è mai fatto intimidire e continua a lottare perchè le persone possano aprire gli occhi su quello che accade intorno a loro e non si lascino travolgere passivamente dal corso degli eventi.
    davvero una bella serata quindi e un modo altrettanto bello di festeggiare l'italia! =)

    RispondiElimina
  4. @The Piper:Non tutta l'Italia è fatta da persone come Saviano,è vero...ma non tutta l'Italia è nemmeno da buttare.Non so spiegarti come fosse bello vedere una fila così lunga,una folla così immensa,in un'occasione del genere,pronta a passare anche la serata in fila,perchè in quell'uomo ci credeva,perchè voleva dimostrargli il proprio sostegno.Saviano è italiano.Falcone era italiano.Quelle persone di ieri erano italiane.Gino Strada è italiano.e potrei farti un elenco così...per un solo italiano così,per me il Paese intero può salvarsi.:)
    @ciliegina:Grazie per le immagini!Sono tra le cose che un giorno spero di vedere dal vivo,delle cascate ma soprattutto in primis l'aurora boreale *-*Sull'intervento di Saviano è stato più che piacevole,come ha detto ele l'unico difetto è stato che è finito troppo presto,ha la straordinaria capacità di farti pensare e riflettere con le storie e gli episodi più semplici,ma di una forza incredibile...la forza che ha lui.
    @eleonora: :) già!

    RispondiElimina
  5. Viva gli Italiani che hanno ancora un sogno che vale la pena di essere vissuto!

    RispondiElimina
  6. Ilaria, dopo il post di canti risorgimentali (quelli poi divenuti ufficiali), ti avevo promesso un post con i canti del popolo romano, mentre Cavour e Mazzini facevano l'Italia ;-)
    http://arringo.blogspot.com/2011/03/viva-litaliaa-roma-la-storia-nazionale.html

    Ciao, buon stornellamento!!!
    Cristina

    RispondiElimina
  7. Coooorro a leggere!:D Grazie!

    RispondiElimina
  8. Cristina,ora che ci rifletto temo che ci sia un equivoco:Purtroppo non sono una delle tue studentesse,non sono "quell"'Ilaria ma quella della blogoclasse!:) Ciò non toglie che sono interessatissima e corro al tuo blog come ho già detto!;)

    RispondiElimina